Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0381614
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
130
253
383
1211
3502
8296
381614

In risposta ai chiarimenti richiesti in merito alle modalità di comunicazione delle variazioni dei dati relativi al luogo di tenuta e conservazione delle scritture contabili e al corretto comportamento che i depositari delle scritture contabili devono porre in essere per l' adempimento dell’obbligo di comunicazione, ai sensi dell’articolo 35, comma 3, del DPR 26 ottobre 1972, n. 633 ,l'Agenzia delle Entrate con la risoluzione 65/E emanata in data 14.06.2011,ha precisato che in base al disposto del comma 3 dell'articolo 35 del DPR 633/72 spetta all'imprenditore l'obbligo di comunicare all'agenzia delle entrate mediante la presentazione dei modelli di inizio o cessazione attività (modello AA7/10 per i soggetti diversi dalle persone fisiche e AA9/10 per le imprese individuali e i lavoratori autonomi) il cambio depositario delle scritture contabili,poiche il citato comma 3 testualmente recita “il contribuente deve dichiarare, fra l’altro, la variazione degli elementi elencati al comma 2, entro trenta giorni dall’avvenuta

variazione” pertanto In base all’articolo 35, comma 3 grava, sul contribuente l’obbligo di dichiarare entro trenta giorni tutte le variazioni degli elementi risultanti dalla dichiarazione di inizio attività,compresa la variazione del luogo di tenuta e conservazione delle scritture contabili , in quanto la norma citata non prevede obblighi di comunicazione a carico del terzo depositario nel caso in cui, cessato il rapporto, quest'ultimo riconsegna al contribuente le scritture contabili.La comunicazione può essere effettuata con le seguenti modalità:
1-presentazione al Registro delle imprese, tramite "Comunicazione Unica", se è tenuto all'iscrizione nel Registro delle Imprese o alla denuncia al R.E.A.(D.p.r. 581/1995).
2-presentazione all'Agenzia delle Entrate a mano presso un qualunque ufficio o tramite raccomandata o in via telematica, se non è tenuto all'obbligo di cui al punto precedente.
Il testo dalla risoluzione n. 65/E del 14/06/2011 pubblicata sul sito dell'Agenzia delle Entrate.