Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0311404
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
74
457
531
1905
7053
9365
311404

Disponibili i codici tributo da utilizzare per il versamento del contributo di solidarietà istituito con l'art.2 comma 2 della legge 148/2011 (conversione del Dl 138), mediante il modello  F24 e F24EP, da parte del sostituto d'imposta. Il citato articolo 2, comma 2 ha disposto che a decorrere dal 01.01.2011 e fino al 31/12/2013, sul reddito complessivo di cui all'articolo 8 del T.U.delle imposte sui redditi D.P.R.917/86,di importo superiore a 300.000 euro lordi annui, e' dovuto un contributo di solidarietà del 3% sulla parte eccedente il predetto importo.Con decreto del Ministro dell’economia e finanze del 21 novembre 2011, sono state determinate le modalità di attuazione stabilendo all'articolo 2 comma 2 che “relativamente ai redditi di lavoro dipendente e assimilati a quelli di lavoro dipendente di cui agli articoli 49 e 50 il contributo è determinato e trattenuto dai sostituti d'imposta all'atto dell'effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno in unica soluzione e versato secondo i termini e con le modalità ordinarie dei versamenti delle ritenute.

Per consentire al sostituto d’imposta il versamento l'agenzia delle Entrate con la risoluzione 4/E del 09.01.2012 ha istituito  i seguenti n.2 codici tributi  :
1618 -“Contributo di solidarietà di cui all’articolo 2, comma 2, del D.L. n. 138/2011, trattenuto dal sostituto d’imposta  a seguito delle  operazioni di conguaglio di fine anno”
145E- Contributo di solidarietà di cui all’articolo 2, comma 2, del D.L. n.138/2011, trattenuto dal sostituto d’imposta  a seguito delle  operazioni di conguaglio di fine anno. 
Il codice va inserito nella sezione erario compilando i campi sia rateazione /regione/provincia e mese di riferimento e indicando nel campo mese /anno quello in cui si effettua l'operazione di conguaglio.Nella compilazione del modello F24EP, il suddetto codice tributo è esposto nella sezione “Erario” (valore F), con l’indicazione nel campo “riferimento A” e nel campo “riferimento B” del mese e dell’anno in cui effettua l’operazione di conguaglio rispettivamente nel formato “00MM” e “AAAA”. 
I campi “codice” ed “estremi identificativi” non devono essere valorizzati.
Il testo della risoluzionerisoluzione 4/E