Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0344140
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
68
133
2445
2445
9806
11056
344140

Con la circolare 25 del 08.02.2013 l’INPS ha reso note le nuove aliquote per i contributi dovuti per i lavoratori domestici per l’anno 2013 rideterminati tenuto conto delle variazioni dell'indice istat comunicato del 3%. Una delle novità di quest'anno è dato dalla contribuzione aggiuntiva introdotta dalla riforma fornero ( art.2 comma 28 legge 92/2012 ) a titolo di finanziamento dell’indennità di disoccupazione involontaria applicato ai rapporti a tempo determinato nella misura dell'1,40 % a carico del datore di lavoro. L'inps ha precisato che il suddetto contributo è dovuto sui rapporti a tempo determinato a decorrere dal 01.01.2013 e calcolato sul minimale convenzionale. Per i rapporti di lavoro ancora in essere alla data del 01/01/2013, il contributo addizionale sarà calcolato direttamente dall’Istituto al momento della generazione del bollettino Mav,a meno che l’assunzione è avvenuta in sostituzione di lavoratore assente.E' prevista la restituzione del suddetto contributo addizionale (art.2 comma 30 Legge 92/2012) per gli ultimi sei mesi nel caso di trasformazione

del rapporto di lavoro a tempo indeterminato.Per ottenere il rimborso del contributo addizionale il datore di lavoro dovrà presentare richiesta di rimborso in via telematica, come indicato nella circolare n. 170 del 30 dicembre 2011, attraverso uno dei seguenti canali:
WEB - servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell’Istituto;
Contact Center Multicanale - numero gratuito 803164 da rete fissa e 06.164164 da telefono cellulare con tariffazione stabilita dal proprio gestore;
Intermediari dell’Istituto – attraverso i servizi telematici offerti agli stessi.
Si riportano le tabelle contributive con e senza contributo addizionale in vigore dal 01.01.2013 come riportate nella citata circolare.

2-La cifra tra parentesi è la quota a carico del lavoratore
La circolare 25 del 08.02.2013 e scaricabile>CIRCOLARE.N.25