Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0344214
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
142
133
2445
2445
9880
11056
344214

La legge n. 98 9/8/2013 che ha convertito il D.L. 21/06/2013, n. 69 pubblicata sulla G.U n.194 del 20-8-2013 – S.O.n. 63) ha introdotto in sede di conversione l'art.51 bis con il quale ha ampliato la platea dei soggetti che possono avvalersi della possibilità di ricorrere alla presentazione modello 730.Con tale articolo anche i disoccupati che non dispongono del sostituto d'imposta potranno avvalersi dell'assistenza fiscale, sarà infatti la stessa amministrazione finanziaria ad effettuare i rimborsi di quanto spettante ai contribuenti. Il comma 1 dell'articolo 51 bis prevede che a decorrere dal periodo d'imposta 2014 tutti i titolari di redditi di lavoro dipendente e assimilati di cui all'art.49 e 50 del T.U. 917 possono presentare il modello 730 anche in assenza del sostituto a fare da sostituto sarà la stessa amministrazione finanziaria(comma 3) che provvederà ad effettuare il rimborso spettante. Non potranno invece avvalersi del suddetto modello i soggetti titolari dei redditi indicati nelle lettere (I) e (L) del dell'art.50 nonché i titolari di redditi percepiti a titolo di indennità di membri del parlamento europeo. Col comma 2 viene disposto che in caso di dichiarazione a debito il soggetto che presta l'assistenza fiscale trasmette attraverso i canali telematici i relativi versamenti,

oppure consegna al contribuente nei 10 giorni antecedente il pagamento il relativo modello di versamento F24. Al comma 4 viene disposta una riapertura dei termini di presentazione del modello, e infatti previsto che per l'anno 2013 detti contribuenti possono presentare il modello 730 a decorrere dal 2 al 30 settembre qualora dalla propria dichiarazione emerge un credito d'imposta che verrà rimborsato secondo le modalità che saranno precisate in un provvedimento direttoriale di prossima emanazione a cura dell'agenzia delle entrate.A dare attuazione alla presente disposizione è arrivato tempestivamente il provvedimento annunciato N. 100191 del 22/08/2013 e la circolare 28/E contenente le istruzioni operative,la disamina di casi particolari e le modalità di esecuzione dei rimborsi, anche mediante accredito diretto sul c/c una volta fornito il proprio codice Iban.
Il testo del Provvedimento Provv.N 100191 e >La circolare 28/E