Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0344205
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
133
133
2445
2445
9871
11056
344205

La legge di stabilità 2013 del 24/12/2012 n.228 introduce due importanti novità in tema di riscossione. La prima relativa ai ruoli di importo inferiore ai 2000 €. e la seconda riguardante la sospensione dei ruoli.
Sanatoria ruoli fino a 2000 euro resi esecutivi fino al 31/12/1999. Con i commi (527-529) viene disposta a partire dal 01.07.2013,l'annullamento automatico degli importi iscritti a ruolo fino a 2000 euro. Il comma 527 dispone infatti che decorsi 6 mesi dalla data di entrata in vigore della legge, i crediti di importo fino a 2000 euro comprensivi di capitale, interessi e sanzioni saranno automaticamente annullati Si tratta in effetti di una mini sanatoria che prevede l'annullamento automatico dei crediti di modesta entità vantati dall'amministrazione finanziaria che rinuncerà pertanto alla sua riscossione.L'annullamento riguarderà quindi non le sole imposte iscritte a ruolo, ma l'importo complessivo del credito iscritto a ruolo che dovrà

pertanto rientrare nel suddetto limite dei 2000 €. Il tutto è affidato all'emanazione di un decreto del M.E.F. Che ne fisserà la procedura per la comunicazione all'agente della riscossione.
Sospensione della riscossione dei debiti iscritti a ruolo: Con i (comma 537-546) vengono dettate alcune disposizioni il cui scopo e quello di bloccare ogni attività esecutiva da parte dell'agente della riscossione (equitalia) per quei ruoli dove la pretesa tributaria risulti infondata per diversi motivi come ad esempio in quei casi in cui il debito si è prescritto per decadenza dei termini,oppure perchè la pretesa tributaria risulti del tutto infondata poiché vi è stato un provvedimento di sgravio, o un' atto di sospensione , oppure perchè il ruolo si è formato successivamente al pagamento effettuato dal contribuente ecc.).Il comma 538 elenca tra gli atti per i quali è possibile la suddetta procedura i seguenti:
a) da prescrizione o decadenza del diritto di credito sotteso, intervenuta in data antecedente a quella in cui il ruolo è reso esecutivo
b) da un provvedimento di sgravio emesso dall’ente creditore;
c)da una sospensione amministrativa comunque concessa dall’ente creditore;
d)da una sospensione giudiziale, oppure da una sentenza che abbia annullato in tutto o in parte la pretesa dell’ente creditore, emesse in un giudizio al quale il concessionario per la riscossione non ha preso parte;
e) da un pagamento effettuato, riconducibile al ruolo in oggetto, in data antecedente alla formazione del ruolo stesso, in favore dell’ente creditore;
f) da qualsiasi altra causa di non esigibilità del credito sotteso.
In questi casi viene introdotta una procedura attivabile sulla base della presentazione di un'istanza del contribuente,da inviare anche con modalità telematiche, alla società equitalia. Entro 10 giorni dalla presentazione dell'istanza ,l'agente della riscossione provvederà ad inviare ,la documentazione presentata dal contribuente all'ente creditore del tributo il quale,entro il termine perentorio di 60 giorni dalla data di ricevimento dell'istanza trasmessagli dalla società Equitalia, dovrà comunicare la sussistenza o meno della pretesa tributaria , emettere un provvedimento di sgravio oppure richiedere ulteriore documentazione al contribuente. L'ente creditore del tributo quindi se riterrà fondate le ragioni del contribuente dovrà trasmettere telematicamente provvedimento di sgravio.
Tutto l'iter procedurale deve concludersi entro 220 giorni dall'inizio della procedura (presentazione dell'istanza di annullamento del contribuente) .Qualora entro tale arco temporale la procedura d'esame della documentazione non sia stata ultimata, il debito verrà annullato automaticamente e la società Equitalia sollevata dagli obblighi della riscossione. E' prevista una sanzione in caso di infedele dichiarazione da parte del contribuente dal 100% al 200% delle somme iscritte a ruolo con una sanzione minima di 258 euro.