Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0344106
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
34
133
2445
2445
9772
11056
344106

La legge 111 di conversione della manovra correttiva (D.L.98/2011 ) ha reintrodotto all'art..27 comma 1 il limite dei 35 anni di età per coloro che possiedono i requisiti per l'accesso a partire dal 01.01.2012 al nuovo regime dei contribuenti minimi.Si ricorda che tali requisiti sono gli stessi che erano stati stabiliti dall'art..1 della legge 244/2007 dai commi 96 a 117 al quale fa espresso riferimento.L'articolo 27 stabilisce che il nuovo regime si applicherà a decorrere dal 01.01.2012 per una durata di 5 anni (anno di inizio dell'attività e per i quattro successivi ) ma comunque fino al compimento del 35 anni di età a coloro che:
1)Iniziano una nuova attività di impresa o professione a condizione che nel triennio precedente non abbiano esercitato alcuna attività d'impresa o professione ,ne vi abbiano partecipato in qualità di soci (sia di capitali che di persona) 
2 ) che hanno iniziato l'attività dal 01.01.2008
3) a coloro che proseguono una attività esistente a condizione che i ricavi relativi all'anno precedente sia inferiore a 30.000 euro.

Il nuovo regime comporterà l'applicazione di una imposta sostitutiva del 5% (invece del 20%)
Il limite di età imposta dalla norma comporterà pertanto l'ingresso automatico nel nuovo regime anche per quelle imprese gia esistenti dal 2008 ma appartenenti a imprenditori che non hanno raggiunto l'età suddetto(35 anni),i quali potranno beneficiarne fino al raggiungimento della soglia stabilita.Inoltre le imprese di nuova costituzione si troveranno ad usufruire di tale regime agevolato in funzione dell'età anagrafica del titolare ciò comporterà la permanenza o meno nel nuovo regime per tutto il quinquennio o parte di esso.
Per quanto riguarda invece i vecchi contribuenti minimi gli stessi come detto potranno rientrare o meno nel nuovo regime in funzione dei requisiti previsti per l'accesso.Pertanto dopo aver assistito durante tutto l'iter di approvazione del DL 98 prima all'introduzione,poi all'eliminazione e successivamente alla reintroduzione del limite di eta una vera e propria altalena, con il testo definitivo della legge di conversione assisteremo all'ingresso e alla fuoriuscita dal regime al verificarsi del compimento del 35° anno di età.
In merito al trattamento riservato a coloro che fuoriescono dal vecchio regime previsto
dalla legge 244 gli stessi conservano alcune agevolazioni riguardo in particolare gli obblighi di liquidazione ,registrazione e tenuta delle scritture contabili e l'esclusione dall'applicazione dell'Irap.
Saranno tenuti al versamento dell'Iva in sede di dichiarazione annuale , rientreranno nella tassazione ordinaria ai fini irpef secondo gli scaglioni di reddito e saranno assoggettati nuovamente agli studi di settore.