Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0344184
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
112
133
2445
2445
9850
11056
344184

Con la circolare 27/E dello scorso 17.09.2014 l’agenzia delle entrate ha fornito i chiarimenti riguardante l’obbligo introdotto con l’articolo 11 comma 2 del D.L. 66 convertivo nella legge 89/2014 .Il suddetto articolo ha previsto che dal 01.10.2014 la presentazione del modello F24 deve essere esclusivamente con le modalità telematiche utilizzando una delle seguenti modalità : 
A)direttamente dal contribuente, attraverso Fisconline o Entratel, avvalendosi del servizio “F24 web” – compilando e inviando direttamente il modello  oppure con il software  “F24 online”,utilizzabile gratuitamente e scaricando il software dal sito dell’Amministrazione finanziaria
B) Avvalendosi degli intermediari abilitati individuati dall’articolo 3, comma 3, del Dpr 322/1998 (professionisti, Caf,associazioni sindacali di categoria, eccetera) con addebito degli importi sul proprio conto corrente o quello di quest'ultimo se non si dispone di un proprio conto
Tale obbligo sussiste per le seguenti tre fattispecie e interessa sia i titolari di partita Iva che i privati : 
1) Nel caso in cui il modello F24 presenti un saldo pari a zero per effetto di compensazioni :
2) Nel caso in cui presenti un importo comunque positivo (importo a debito ) esponendo crediti In compensazione 
3) Nel caso in cui il saldo sia superiore a 1000 euro senza utilizzo di crediti in compensazione

Nella citata circolare l’agenzia delle entrate precisa che per quando riguarda i non titolari di partita Iva ( contribuenti privati ) questi ultimi possono avvalersi della presentazione cartacea del modello F.24 fino al 31.12.2014 per i versamenti relativi alle imposte del modello unico per il periodo d’imposta in corso , nel caso di pagamento a seguito di modelli precompilati inviati dagli enti impositori ( es.Comuni o la stessa agenzia delle entrate etc) sempre che non vengano utilizzati crediti in compensazione e nel caso di versamenti di importi pari o inferiori a 1000 euro senza compensazione.
In ultimo nella suddetta circolare l’agenzia esamina il caso dei cosiddetti contribuenti impossibilitati (es.protestati ) che non possono disporre di un proprio c/c per l’addebito degli importi da versare. In siffatta situazione l’agenzia precisa che gli stessi saranno tenuti al versamento telematico avvalendosi per l’invio di un intermediario abilitato che provvederà ad effettuare l’addebito sul Proprio conto. Inoltre per quando riguarda la presentazione e versamento del modello F24 con saldo positivo con compensazione parziale ( che espone un importo a debito da versare ) viene chiarito che il contribuente dovrà procedere alla presentazione di due distinti modelli F24 ( il primo a saldo Zero pari all’importio dei crediti in compensazione da inviare telematicamente avvalendosi della modalità telematica ) e il secondo per l’imposta a differenza avvalendosi della modalità cartacea.
Il testo della circolare è scaricabile sul sito dell’agenzia o al seguente indirizzo:Circolare 27/E