Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0344217
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
145
133
2445
2445
9883
11056
344217

Con il provvedimento N.94908 del 02/08/2013 l'agenzia delle entrate ha approvato il nuovo modello per la comunicazione dei dati rilevanti ai fini iva (c.d.spesometro ) previsto dall'articolo 21 del 78/2010 come  riformulato dall'articolo 3 comma 2 bis del DL 16/2012. La comunicazione la cui scadenza era prevista al 30/04/2013 e sospesa a seguito del comunicato stampa dalla stessa agenzia delle entrate in data 15/04/2013,trova la nuova modulistica con relative indicazioni e la nuova scadenza con il citato provvedimento N.94908. La comunicazione va effettuata ,direttamente dagli interessati o a mezzo degli intermediari abilitati in via telematica attraverso i canali Entratel o Fisconline ,per l'anno 2012 alle seguenti scadenze:
1- entro il 12 novembre 2013 da parte dei contribuenti Iva mensili.
2- entro il 21 novembre 2013 i contribuenti trimestrali.
Viene inoltre stabilito che  a regime ,per gli anni  2013 e seguenti, la presentazione entro le seguenti date :

A) 10 aprile (mensili) 
B) 20 aprile (trimestrali).
Vanno comunicate,così come previsto dalla nuova formulazione dell'articolo 21 introdotta dal DL 16/2012, tutte le operazioni rilevanti ai fini Iva , e non più solo quelle d'importo superiore ai 3.000 euro, effettuate nel 2012.
Sono previste due modalità di presentazione quella in forma analitica dove andranno indicati i dati relativi alle singole operazioni quali : data di emissione della fattura ,il numero,data registrazione,imponibile , iva e totale, e quella in forma aggregata dove i dati relativi alle fatture andranno raggruppate per singoli clienti o fornitori. Il provvedimento stabilisce che le operazioni per le quali non è previsto l'obbligo di emissione della fattura (cosiddette business to consumer ) la comunicazione resta ferma alle operazioni di importo pari o superiore ai 3600 euro lordi.Nel caso in cui per tali operazioni venga emessa fattura in sostituzione di altro idoneo documento fiscale vanno comunicate tutte le operazioni anche se inferiore alla soglia poiché tale limite di 3600 euro non è più valido, mentre per i soli anni 2012 e 2013 i commercianti al dettaglio e assimilati possono,continuare ad applicare la soglia minima di 3.600 euro anche alle operazioni con emissione di fattura.
Soggetti passivi: Sono tenuti alla comunicazione tutti i contribuenti iva che effettuano operazioni rilevanti ai fini della suddetta imposta.
Soggetti esclusi: Restano esclusi dall'obbligo della comunicazione :
1-) I contribuenti minimi di cui all'articolo 1 della legge n. 244/2007 e all’articolo 27, del DL. 98/2011 
2-) Lo Stato, le regioni, le province, i comuni e gli altri organismi di diritto pubblico in relazione alle operazioni effettuate e ricevute nell'ambito di attività istituzionali, diverse da quelle previste dall'articolo 4 del D.P.R.26 ottobre 1972, n. 633.
La comunicazione riguarda i corrispettivi relativi alle seguenti operazioni :
a) cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali sussiste l’obbligo di emissione della fattura; 
b) cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali non sussiste l’obbligo di emissione della fattura, qualora l’importo unitario dell’operazione sia pari o superiore a
euro 3600 euro al lordo dell'imposta sul valore aggiunto; 
c) operazioni in contanti legate al turismo, di importo pari o superiore a mille euro. 
Sono escluse dall'obbligo di comunicazione le seguenti operazioni:
a) le importazioni;
b) le esportazioni di cui all'articolo 8, comma 1, lettere a) e b) del decreto del Presidente della Repubblica 26 ottobre 1972, n. 633;
c) le operazioni intracomunitarie;
d) le operazioni che costituiscono oggetto di comunicazione all'Anagrafe tributaria.
e) le operazioni di importo pari o superiore a euro tremilaseicento, effettuate nei confronti di contribuenti non soggetti passivi ai fini dell’IVA, il cui pagamento è avvenuto con carte di credito o prepagate
Il nuovo modello allegato al provvedimento potrà essere utilizzato dal 1° ottobre 2013 per la comunicazione delle operazioni di acquisto da San Marino,effettuata finora in forma cartacea,e dovrà essere trasmessa in forma analitica entro l’ultimo giorno del mese successivo a quello di annotazione delle fatture. Sempre con decorrenza 01/10/2013 dovrà essere utilizzata per le comunicazioni delle operazioni effettuate con i paesi black-list fermo restando la scadenza,per tali operazione, stabilita alla fine del mese o del trimestre di riferimento. Infine la nuova modulistica potrà essere altresì utilizzata dalle società di leasing o di noleggio in sostituzione di quella approvata con provvedimento del 21 /11/ 2011 per la comunicazione delle operazioni relative ad autovetture, caravan, natanti e aeromobili. 
Scarica il provvedimento : Provv.94908 del 02/08/2013