Sito Joomla

Login Utente

Utenti On Line

0293667
Visite Oggi
Visite Ieri
Visite Settimana
Visite Set.Scorsa
Visite del mese
Visite M.Scorso
Visite Totali
472
129
1026
1966
5912
8009
293667

Le cooperative sono tenute al versamento di un contributo del 3% sugli utili realizzati ai fondi mutualistici, istituiti con art.11.commi da 1 a 10 della legge 59/1992.Il predetto articolo 11 prescrive :
Le associazioni nazionali di rappresentanza, assistenza e tutela del movimento cooperativo, riconosciute ai sensi dell’articolo 5 del citato decreto legislativo del Capo provvisorio dello Stato 14 dicembre 1947, n. 1577, e successive modificazioni, e quelle riconosciute in base a leggi emanate da regioni a statuto speciale possono costituire fondi mutualistici per la promozione e lo sviluppo della cooperazione con la finalità di promuovere e finanziare le imprese di nuova costituzione e promuovere l'incremento occupazionale del mezzogiorno. A tal fine il comma 4 dello stesso articolo 11 prescrive che le cooperative devono destinare a tali fondi il 3% degli utili annuali. Il versamento non va effettuato se l'importo è inferiore a 10,33 euro.Il comma 10 dello stesso articolo 11 prevede che le cooperative decadono dai benefici fiscali e di altra natura loro concessi ai sensi della normativa vigente qualora le stesse non ottemperino alla presente disposizione.

Sulla Gazzetta Ufficiale n.83 del 11/04/2011 è stato pubblicato il Decreto del Ministero dello sviluppo economico che definisce l'importo del contributo dovuto dalle cooperative per il biennio 2011-2012. L'importo del contributo varia in base a tre parametri di riferimento (numero dei soci, capitale sociale e fatturato annuo intendendosi per esso il valore della produzione di cui alla lettera A) dell’art. 2425 del codice civile. ) 
A ciascuno dei tre parametri corrisponde una fascia di importo dovuto. Per la determinazione di tale importo occorre fare riferimento al parametro più altro alto tra i tre sopra menzionati (soci,capitale,fatturato). Sono previste n, 5 fasce di importo che vanno da un minimo di €.280 ad un massimo di 2.380 . L’ammontare del contributo deve essere calcolato sulla base dei parametri rilevati al 31 dicembre 2010.Come disposto dall’art. 20, comma c) della legge 31 gennaio 1992, n. 59, i contributi determinati ai sensi del precedenti articoli 1 e 3 sono maggiorati del 10% per le cooperative edilizie di abitazione e loro consorzi, ivi compresi quelli aventi sede nelle regioni a statuto speciale.

Il D.g.l.s. 1577 del 14/12/1947 all'articolo 8 dispone che le società cooperative devono versare, in relazione al numero dei soci ed al capitale versato, un contributo per le spese relative alle ispezioni ordinarie nella misura e con le modalità che saranno stabilite dal Ministero del lavoro e della previdenza sociale. Dispone inoltre che le cooperative che sono aderenti alle associazioni nazionali,devono versate il suddetto contributo alle rispettive associazioni a cui aderiscono,mentre le altre devono versarlo al Ministero del lavoro e della previdenza sociale. Il Ministro del lavoro con proprio decreto ne stabilisce le modalità di versamento e l'amministrazione dei contributi ,i quali saranno destinati alla copertura delle spese comunque connesse con le ispezioni ordinarie. Il Ministero con decreto pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 83 dell'11 aprile 2011 ha dettato i parametri per il calcolo dello stesso per l'anno 2011 ( vedi articolo già pubblicato). Nel precedente articolo abbiamo ricordato la data entro il quale detto contributo deve essere versato.

E’ stato pubblicato  sulla Gazzetta Ufficiale N 89 del 16/04/2013  il decreto del Ministero dello sviluppo economico  7.02.2013 per quanto concerne il contributo di revisione dovuto dalle società Cooperative per il biennio 2013/2014.Si ricorda che l’art.8 del D.L.G.S. 14/12/1577 prevede che tale contributo varia in relazione al numero dei soci, al capitale e al fatturato e va versato in relazione al parametro più alto con riferimento  al 31 dicembre dell’anno precedente a quello del versamento , nella fattispecie per il biennio 2013/2014 e il 31/12/2012. Il termine per il versamento è di 90 giorni dalla data di pubblicazione del presente decreto ,per l’anno corrente il 15/07/2013.Per quando riguarda il fatturato deve intendersi “il valore della produzione di cui all’art.2425 del Codice Civile come precisato dall’ articolo 2 del decreto stesso.Per le cooperative edilizie di abitazione e loro consorzi il predetto contributo è aumentato del 10% ai sensi dell’art.20 lettera c) della legge 59/92. Sono tenute al pagamento anche le cooperative che hanno deliberato il loro scioglimento entro il termine di pagamento del contributo.(si veda l’articolo relativo al contributo 2012 e termine di versamento già pubblicati in queste pagine).